skip to Main Content
Credito Di Imposta

Credito d’imposta investimenti SUD 2018

I nuovi crediti d’imposta beni strumentali

Le imprese di qualsiasi natura giuridica e dimensione, a prescindere dal settore economico (ad eccezione di alcune esclusioni) e dal regime contabile adottato, che a decorrere dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2019, effettuano investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive del Mezzogiorno. In particolare: Imprese residenti nel territorio dello Stato, Stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti, Enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata.

Le aree di attuazione sono le Regioni del Mezzogiorno: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Sono ammissibili i progetti per:la costruzione di un nuovo stabilimento, l’ampliamento di uno stabilimento esistente, la diversificazione della produzione di uno stabilimento,
la trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente,
la riattivazione di uno stabilimento chiuso o che sarebbe stato chiuso se non fosse stato acquisito dall’impresa.

Sono esclusi quelli destinati alla sostituzione di singoli beni strumentali. Non sono agevolabili nemmeno gli investimenti in immobili e veicoli.

Sono agevolabili gli investimenti relativi all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature varie (beni durevoli e utilizzati come strumento di produzione nel processo produttivo dell’impresa).

Il limite massimo per ciascun progetto di investimento, a partire dal 1 marzo 2017 è il seguente:

  • 3 milioni per le Piccole imprese
  • 10 milioni per le Medie imprese
  • 15 milioni per le Grandi imprese.

Per gli investimenti precedenti, il limite si riduce alla metà (ad eccezione delle grandi imprese).

Come espressamente previsto dalla norma, per gli investimenti effettuati mediante contratti di locazione finanziaria, rileva, ai fini del calcolo dell’agevolazione, il costo sostenuto dal locatore per l’acquisto dei beni. In tal caso, il costo non comprende le eventuali spese di manutenzione

Agevolazioni

Il credito di imposta verrà calcolato sul costo complessivo dei beni  acquisiti    “al lordo”  degli Ammortamenti fiscali dedotti nel periodo  d’imposta    per    i beni ricadenti nelle categorie corrispondenti a quelle agevolabili, nonché per quelli oggetto dell’agevolazione.

Intensità massime di aiuto saranno pari al:

– 45% per le Piccole imprese;

– 35% per le Medie imprese;

– 25% per le Grandi imprese.

Per gli investimenti localizzati nelle regioni Molise e Abruzzo i massimali saranno pari al:

– 30% per le Piccole imprese;

– 20% per le Medie imprese;

– 10% per le Grandi imprese.

Il credito d’imposta Sud sarà cumulabile con aiuti “de minimis” e con altri aiuti di Stato che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio, a condizione che tale cumulo non porti al superamento dell’intensità o dell’importo di aiuto più elevati consentiti dalle pertinenti discipline europee di riferimento.

 

Richiedi le schede dei bandi

Value Global Consulting,
per avere le idee più chiare!

RAS_2

Altri Crediti di Imposta Attivi

– Credito d’imposta Pubblicità – 75% per grandi imprese, 90% Pmi e microimprese

– Credito d’imposta per la ricerca e lo sviluppo – 50% dell’investimento

Senza-titolo-2VGC2
Back To Top